Discussione:
Abramovich e Chivu
(troppo vecchio per rispondere)
Gigio Thaler
2004-01-05 10:04:27 UTC
Permalink
Ormai siamo abituati alla grancassa che fanno i media attorno alle notizie
del calciomercato (e non vedo l'ora che arrivi il 31 gennaio); purtroppo
però l'apprensione c'è.
Da un lato non mi piacciono questi "magnati" che arrivano pieni di miliardi
(e con strane vicende) nel calcio. Non fanno altro che peggiorare la
situazione proprio quando a livello continentale si cerca di contenere le
spese e di far "sgonfiare" il pallone in maniera graduale. Dall'altro, in
casa Roma bisognerà pensare a cosa succederà dopo il passaggio di consegne
di Sensi.
Finchè c'è lui Chivu non si muoverà, ma secondo me Abramovich sta mandando
chiari messaggi ai soggetti che acquisiranno il pacchetto di maggioranza
della Roma.

Vediamo un pò.

Saluti cauti.

G.T.
Shinji
2004-01-05 10:33:17 UTC
Permalink
In questi giorni è iniziata un'indagine da parte del fisco russo sulle
finanze di Abramovich. Chissà che già a fine stagione non abbia più i soldi
per comprare nessuno ^____^
Gigio Thaler
2004-01-05 10:44:42 UTC
Permalink
Post by Shinji
In questi giorni è iniziata un'indagine da parte del fisco russo sulle
finanze di Abramovich. Chissà che già a fine stagione non abbia più i soldi
per comprare nessuno ^____^
Il fisco russo?
Stanno alle pezze. Basterà ungere un pò a dovere i meccanismi della
burocrazia e l'uomo del Volga ne uscirà pulito.

G.T.
Gigi
2004-01-05 10:36:24 UTC
Permalink
Post by Gigio Thaler
Finchè c'è lui Chivu non si muoverà, ma secondo me Abramovich sta mandando
chiari messaggi ai soggetti che acquisiranno il pacchetto di maggioranza
della Roma.
Io credo che quando Sensi lascerà la Roma, non la butterà in mezzo alla
strada, di modo che il primo che passa se la prende. Suppongo (almeno, io
farei così) si farà dare chiare garanzie sul non smembramento della squadra.
E' chiaro che le sirene sono forti, e sarebbe troppo facile fare cassa
vendendo Chivu, Totti, Samuel, Emerson, Cassano e Montella. Per questo
auspico il passaggio di consegne ad una persona (o ad un gruppo di persone)
con solide finanze e, soprattutto, con solida coscienza di tifoso.
--
Gigi

"A merde, stamo a arivà!"
(Souvenir di Chievo-Roma, 7/12/03)
Gigio Thaler
2004-01-05 10:49:08 UTC
Permalink
Post by Gigi
Io credo che quando Sensi lascerà la Roma, non la butterà in mezzo alla
strada, di modo che il primo che passa se la prende. Suppongo (almeno, io
farei così) si farà dare chiare garanzie sul non smembramento della squadra.
Beh, oggi ti diranno "non ti preoccupare, stai tranquillo", ma domani
affermeranno "che la situazione è cambiata ecc. ecc."
Post by Gigi
E' chiaro che le sirene sono forti, e sarebbe troppo facile fare cassa
vendendo Chivu, Totti, Samuel, Emerson, Cassano e Montella. Per questo
auspico il passaggio di consegne ad una persona (o ad un gruppo di persone)
con solide finanze e, soprattutto, con solida coscienza di tifoso.
Difficile far coesistere le finanze con la coscienza da tifoso. Occorre una
buona competenza sia a livello manageriale sia a livello calcistico in
maniera da sacrificare ciò che necessariamente deve essere sacrificato per
il bene della squadra ma non fare in modo da non alimentare "morattismi"
deleteri che aumentano il buco di bilancio ed il depauperamento del parco
giocatori.

Saluti pragmatici.

G.T.
Gigi
2004-01-05 12:39:03 UTC
Permalink
Post by Gigio Thaler
Beh, oggi ti diranno "non ti preoccupare, stai tranquillo", ma domani
affermeranno "che la situazione è cambiata ecc. ecc."
Sono sicuro di questo. Ma se la società venisse rilevata da qualcuno che si
possa permettere di essere in perdita per qualche tempo, il momento "la
situazione è cambiata" non sarebbe immediato.
Insomma, un tipo alla Sensi, che sono anni che butta soldi nella Roma, senza
fiatare.
Post by Gigio Thaler
Difficile far coesistere le finanze con la coscienza da tifoso. Occorre una
buona competenza sia a livello manageriale sia a livello calcistico in
maniera da sacrificare ciò che necessariamente deve essere sacrificato per
il bene della squadra ma non fare in modo da non alimentare "morattismi"
deleteri che aumentano il buco di bilancio ed il depauperamento del parco
giocatori.
D'accordo con te. Secondo me comunque, persone del genere potrebbero
esistere. Non ti saprei dire chi, ma il sognatore che è in me dice che ci
sono.

Sarei addirittura per una forma di azionariato popolare, dove sono i tifosi
a gestire la cosa, con loro fondi.
Pensa ad un bacino come quello dei tifosi della Roma o delle altre grandi
squadre. Credo che molti sarebbero d'accordo.



--
Gigi

"A merde, stamo a arivà!"
(Souvenir di Chievo-Roma, 7/12/03)
Gigio Thaler
2004-01-05 13:54:32 UTC
Permalink
Post by Gigi
Sono sicuro di questo. Ma se la società venisse rilevata da qualcuno che si
possa permettere di essere in perdita per qualche tempo, il momento "la
situazione è cambiata" non sarebbe immediato.
Insomma, un tipo alla Sensi, che sono anni che butta soldi nella Roma, senza
fiatare.
Gigi, nel futuro immediato nessuno potrà permettersi di agire come ha fatto
finora.
Con i parametri finanziari che verranno varati, tutte le società dovranno
uniformarsi per ottenere l'iscrizione ai prossimi campionati. Dovrebbero
capirlo anche i calciatori manovrati dai loro procuratori quando chiederanno
i soliti "ritocchi".
Secondo uno studio (società Entasis) quattro società hanno presentato dei
bilanci in utile: Empoli, Juventus, Chievo e Reggina.
Allo stato attuale Sensi ha messo mano al proprio portafoglio dando una
forte boccata d'ossigeno ma la situazione di Lazio e Parma e veramente
drammatica; guarda caso proprio queste società sono legate ai due crac
finanziari più grossi di questi ultimi tempi.

G.T.
Gigi
2004-01-05 14:43:58 UTC
Permalink
Post by Gigio Thaler
Gigi, nel futuro immediato nessuno potrà permettersi di agire come ha fatto
finora.
Con i parametri finanziari che verranno varati, tutte le società dovranno
uniformarsi per ottenere l'iscrizione ai prossimi campionati.
Su questo sono d'accordo. Mi sono forse spiegato male nel post precedente.
Per "proprietario disposto a non vedere una lira per un pò di tempo" intendo
qualcuno che abbia la possibilità di ripianare le perdite della società,
proprio per rientrare in questi parametri.
Post by Gigio Thaler
Dovrebbero capirlo anche i calciatori manovrati dai loro procuratori
quando chiederanno
Post by Gigio Thaler
i soliti "ritocchi".
Sante parole. Ma chi avrà le palle di fermarsi per primo? I giocatori o i
presidenti che continuano a proporre cifre esorbitanti per i loro contratti?
(vedi i vari Moratti & C.)
Post by Gigio Thaler
Allo stato attuale Sensi ha messo mano al proprio portafoglio dando una
forte boccata d'ossigeno ma la situazione di Lazio e Parma e veramente
drammatica; guarda caso proprio queste società sono legate ai due crac
finanziari più grossi di questi ultimi tempi.
Beh, che vuoi farci? Alla crisi del proprietario corrisponde la crisi della
proprietà...
Se Tanzi e Cragnotti si inventano i soldi, che possiamo farci?

--
Gigi

"A merde, stamo a arivà!"
(Souvenir di Chievo-Roma, 7/12/03)
EPSON
2004-01-05 18:14:37 UTC
Permalink
Post by Gigio Thaler
Gigi, nel futuro immediato nessuno potrà permettersi di agire come ha fatto
finora.
Con i parametri finanziari che verranno varati, tutte le società dovranno
uniformarsi per ottenere l'iscrizione ai prossimi campionati. Dovrebbero
capirlo anche i calciatori manovrati dai loro procuratori quando chiederanno
i soliti "ritocchi".
Vivaddio, qualcuno si ricorda che le coperte sono corte.
Post by Gigio Thaler
Allo stato attuale Sensi ha messo mano al proprio portafoglio dando una
forte boccata d'ossigeno ma la situazione di Lazio e Parma e veramente
drammatica; guarda caso proprio queste società sono legate ai due crac
finanziari più grossi di questi ultimi tempi.
e non finirà con due fallimenti. Le relazioni che stanno arrivano in COVISOC
su tutte le società sono allarmanti. Il problema è se si riusciranno a
mettere in piedi i prossimi campionati di A, B e C.
Senza contare che c'è già qualche società col ricorso al TAR pronto in canna
per giugno-luglio.
Marcunz
2004-01-05 19:22:56 UTC
Permalink
Post by Gigio Thaler
Gigi, nel futuro immediato nessuno potrà permettersi di agire come ha fatto
finora.
Con i parametri finanziari che verranno varati, tutte le società dovranno
uniformarsi per ottenere l'iscrizione ai prossimi campionati. Dovrebbero
capirlo anche i calciatori manovrati dai loro procuratori quando chiederanno
i soliti "ritocchi".
Secondo uno studio (società Entasis) quattro società hanno presentato dei
bilanci in utile: Empoli, Juventus, Chievo e Reggina.
Secondo me il problema è essenzialmente qui... forse da questa crisi i
presidenti avranno capito che non è necessario svenarsi per un giocatore che
chiede miliardi e miliardi. L'economicità delle imprese calcistiche si perde
proprio negli stipendi dati ai calciatori e se si riesce a mantenere certi
parametri (rapporto ricavi/ingaggi) con una riduzione degli ingaggi forzata
o tramite cessioni dei contratti più ricchi anche la Roma con il suo
pubblico e il suo nome può dire la sua in Europa.
Insomma una gestione più oculata della rosa potrebbe davvero rendere le
imprese di calcio autonome. Per questo dico che l'UEFA dovrebbe occuparsi
anche di società come la GEA che occupano un ruolo dominante sul mercato dei
calciatori, quelli più giovani soprattutto e in futuro più convenienti, e
per questo, attraenti.
In quest'ottica di calcio-settore-business non si può non contestare anche
il fatto che il dirigente di una società di calcio gestisca più di 250
giocatori tramite la Gea.

Se business sia allora che lo sia in tutto.
Post by Gigio Thaler
Allo stato attuale Sensi ha messo mano al proprio portafoglio dando una
forte boccata d'ossigeno ma la situazione di Lazio e Parma e veramente
drammatica; guarda caso proprio queste società sono legate ai due crac
finanziari più grossi di questi ultimi tempi.
Secondo me il prossimo sarà Pirelli-Telecom.

Marcunz
EPSON
2004-01-06 08:32:58 UTC
Permalink
Post by Marcunz
Post by Gigio Thaler
Allo stato attuale Sensi ha messo mano al proprio portafoglio dando una
forte boccata d'ossigeno ma la situazione di Lazio e Parma e veramente
drammatica; guarda caso proprio queste società sono legate ai due crac
finanziari più grossi di questi ultimi tempi.
Secondo me il prossimo sarà Pirelli-Telecom.
azzz.... poi sarei io il pessimista?!
Gigio Thaler
2004-01-06 10:25:44 UTC
Permalink
Post by Marcunz
Secondo me il problema è essenzialmente qui... forse da questa crisi i
presidenti avranno capito che non è necessario svenarsi per un giocatore che
chiede miliardi e miliardi. L'economicità delle imprese calcistiche si perde
proprio negli stipendi dati ai calciatori e se si riesce a mantenere certi
parametri (rapporto ricavi/ingaggi) con una riduzione degli ingaggi forzata
o tramite cessioni dei contratti più ricchi anche la Roma con il suo
pubblico e il suo nome può dire la sua in Europa.
Torniamo al cane che si morde la coda. I procuratori dei vari Totti,
Cassano, Chivu, Samuel ed Emerson (giusto per citare 4 intoccabili + 1)
busseranno alla porta di Sensi e forse alla cordata che subentrerà. Se la
risposta che otterranno non farà piacere allora ci saranno dichiarazioni
tipo "beh, il Real Madrid avrebbe fatto un'offerta"..."ma il Chelsea
preme"..."giocare all'Old Trafford sarebbe un sogno" ecc. ecc.
Dovrebbero avere tutti i club europei dei grossi problemi finanziari per
spingere i calciatori in Italia a mettersi l'anima in pace. Allo stato
attuale, forse solo se giochi in mezzo ai cammelli nelle squadre degli emiri
puoi ottenere grossi ingaggi, ma ovviamente non sarebbe la stessa cosa. Non
trovi? ^____^
Post by Marcunz
Per questo dico che l'UEFA dovrebbe occuparsi
anche di società come la GEA che occupano un ruolo dominante sul mercato dei
calciatori, quelli più giovani soprattutto e in futuro più convenienti, e
per questo, attraenti.
Oltre a strutture simili alla Gea, l'Uefa dovrebbe studiare delle soluzioni
legate ai tetti salariali. E ti dirò che una regolamentazione che possano
prevedere altri soggetti concorrenziali alla Gea potebbe forse giovare. Ma
non è detto.

G.T.
Gigio Thaler
2004-01-06 10:28:06 UTC
Permalink
Post by Gigio Thaler
E ti dirò che una regolamentazione che possano
^^^^^^

che possa

Sorry.

G.T.
EPSON
2004-01-06 11:59:12 UTC
Permalink
Post by Gigio Thaler
Dovrebbero avere tutti i club europei dei grossi problemi finanziari per
spingere i calciatori in Italia a mettersi l'anima in pace.
sistemati i pochi grandi calciatori nei pochissimi club che spendono tanto,
per tutti gli altri gli ingaggi dovranno necessariamente ridursi.
E' una legge di mercato.
Headlong
2004-01-05 21:15:48 UTC
Permalink
"Gigi" <***@fakemail.it> ha scritto nel messaggio news:HVcKb.231611$***@twister2.libero.it...
CUT
Post by Gigi
Sarei addirittura per una forma di azionariato popolare, dove sono i tifosi
a gestire la cosa, con loro fondi.
Pensa ad un bacino come quello dei tifosi della Roma o delle altre grandi
squadre. Credo che molti sarebbero d'accordo.
l'azionariato popolare è una delle più grandi bufale, è totalmente
inapplicabile (il Barcellona è l'eccezione che conferma la regola), IMHO (ma
anche secondo economisti con le palle) il futuro delle società passa
attraverso la gestione diretta degli impianti (in stile modello-inglese) in
primis e in secondo ordine nello sfruttamento del bacino di utenza
m(merchandaising), senza contare un' attenta gestione delle risorse
economiche.


ciao
gigi
Gigio Thaler
2004-01-06 10:32:41 UTC
Permalink
Post by Headlong
anche secondo economisti con le palle) il futuro delle società passa
attraverso la gestione diretta degli impianti (in stile modello-inglese) in
primis e in secondo ordine nello sfruttamento del bacino di utenza
m(merchandaising), senza contare un' attenta gestione delle risorse
economiche.
Ne parlavo tempo fa con un milanista residente negli Usa.
Il modello applicato oltreoceano prevede la forte partecipazione di grossi
colossi e multinazionali in grado di poter finanziare (oltre ad incentivi
statali) la realizzazione di impianti sportivi multiuso.

In Germania abbiamo l'Allianz Arena, se non sbaglio.

Ironicamente qui si potrebbe pensare all'Arena Generali o il Parco Capitalia
o lo Stadio Wind.

^_______^

Saluti futuristici.

G.T.
Prohaska
2004-01-06 12:05:11 UTC
Permalink
Post by Gigio Thaler
Ne parlavo tempo fa con un milanista residente negli Usa.
Il modello applicato oltreoceano prevede la forte partecipazione di grossi
colossi e multinazionali in grado di poter finanziare (oltre ad incentivi
statali) la realizzazione di impianti sportivi multiuso.
[cut]

C'è un sostanziale punto da evidenziare in questa situazione.
Negli USA i colossi sono colossi veri, non presunti tali come in
Italia.
Da noi ci stiamo finalmente accorgendo che il ns. sistema finanziario,
in più di una situazione, poggia sulle sabbie mobili dell'avidità,
dell'improvvisazione, dell'incapacità e della frode. E si affonda,
infatti.
Gli USA hanno registrato casi come la ENRON, lo so, ma le dimensioni
di quell'economia sono cosmiche rispetto a quelle nostrane.
Per tornare quindi alla questione, lì è possibile organizzare un
sistema di leghe professionistiche imperniate sui grandi gruppi
economici, mentre da noi la vedo una pura chimera, così come
l'azionariato popolare che ogni tanto viene tirato in ballo quando una
società è in crisi.

C'è poi da dire che il sistema americano prevede tutta una serie di
accorgimenti (salary-cap, il draft che consente alle squadre più
deboli di scegliere tra i prodotti migliori dei college, rigide regole
di conduzione finanziaria e procedure di audit rigidissime), che qui
in Italia rimarrebbero lettera morta.

--
Unico, grande amore.
"Ci siamo ancora noi dell'era Viola." (Fire)
Gigi
2004-01-06 12:56:28 UTC
Permalink
Post by Headlong
l'azionariato popolare è una delle più grandi bufale, è totalmente
inapplicabile (il Barcellona è l'eccezione che conferma la regola), IMHO (ma
anche secondo economisti con le palle) il futuro delle società passa
attraverso la gestione diretta degli impianti (in stile modello-inglese) in
primis e in secondo ordine nello sfruttamento del bacino di utenza
m(merchandaising), senza contare un' attenta gestione delle risorse
economiche.
Sicuramente la gestione dello stadio è una grossa forma di introito, che
anche qui da noi deve avere un futuro. Se non altro è una fonte di guadagno
praticamente certa.
Quel che intendo io per azionariato popolare è questo: il capitale sociale
della asroma viene collocato interamente sul mercato, con tanti soggetti che
ne acquisiscono quote minime (non più del 2% a socio). Al termine della
collocazione, Assemblea ed elezione di un CdA scelto per le sue chiare
competenze. Gestione della società tramite il diretto intervento dei soci.
Questo lo ritengo quantomeno fattibile, e, probabilmente, conveniente.


--
Gigi

"A merde, stamo a arivà!"
(Souvenir di Chievo-Roma, 7/12/03)

DYD666
2004-01-05 18:18:55 UTC
Permalink
Post by Gigi
con solide finanze e, soprattutto, con solida coscienza di tifoso.
--
questa mi sembra una cosa fondamentale!!!

un vero tifoso non penserebbe solo a guadagnare vendendo tutti......ma
semmai farebbe di tutto per avere sempre QUESTA nostra roma
s a e t t a
2004-01-05 12:48:33 UTC
Permalink
Post by Gigio Thaler
Da un lato non mi piacciono questi "magnati" che arrivano pieni di miliardi
(e con strane vicende) nel calcio. Non fanno altro che peggiorare la
situazione
IMHO

non la peggiora , anzi, tira fuori soldi freschi che fanno solo comodo.

ciao
Gigio Thaler
2004-01-05 13:43:03 UTC
Permalink
Post by s a e t t a
IMHO
non la peggiora , anzi, tira fuori soldi freschi che fanno solo comodo.
Di questo passo finiremo seriamente alla Superlega europea. Ed a me un
simile scenario, come a molti altri tifosi, non piace per niente.

G.T.
Chiassano
2004-01-05 14:17:07 UTC
Permalink
Post by Gigio Thaler
Di questo passo finiremo seriamente alla Superlega europea. Ed a me un
simile scenario, come a molti altri tifosi, non piace per niente.
G.T.
a me affascina.

meno fabbri in campo.. e forse anche più equità

e già la gioco su PC :-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Mau®
2004-01-05 15:43:43 UTC
Permalink
Post by Chiassano
Post by Gigio Thaler
Di questo passo finiremo seriamente alla Superlega europea. Ed a me un
simile scenario, come a molti altri tifosi, non piace per niente.
G.T.
a me affascina.
Ti affascinerà guardarla. Perchè la Roma , allo stato delle cose , non
potrebbe sicuramente parteciparvi.
Pavel In Pera
2004-01-05 19:44:51 UTC
Permalink
Post by Mau®
Post by Chiassano
a me affascina.
Ti affascinerà guardarla. Perchè la Roma , allo stato delle cose , non
potrebbe sicuramente parteciparvi.
e perché no. nelle prime 4 di ogni nazione rientreremo spesso, o forse la
cosa sarà allargata a otto, a seconda delle nazioni.

se la tua squadra partecipasse, non illuderti di durare o "riscuotere"
come fai nel campionato italiano.

All'estero i designatori arbitrali non li puoi comperare con le automobili
e le mazzette, e gli arbitri sono decisamente anche meno suscettibili di
farsi "assudditare".

ciao buona digestione (eufemismo)

--
Io che porto nel cuore soltanto l'amore
per quei due colori
né gioia e dolori
che vinca o che perda
la lazio é na merda
per questo cantiamo
dai ROMA TI AMO
noi ti sosteniamo...
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Mau®
2004-01-05 20:00:25 UTC
Permalink
Post by Pavel In Pera
Post by Mau®
Post by Chiassano
a me affascina.
Ti affascinerà guardarla. Perchè la Roma , allo stato delle cose , non
potrebbe sicuramente parteciparvi.
e perché no. nelle prime 4 di ogni nazione rientreremo spesso
ROTFL
Pavel In Pera
2004-01-05 20:12:28 UTC
Permalink
ROTFL
.ovvero il verso di castori come te..
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Headlong
2004-01-05 20:59:02 UTC
Permalink
Post by Pavel In Pera
e perché no. nelle prime 4 di ogni nazione rientreremo spesso, o forse la
cosa sarà allargata a otto, a seconda delle nazioni.
questa frase la dici adesso, perchè pensi a Juve,Milan,Inter e Roma, ma
pensa tra qualche anno, quando arriveranno la Fiorentina di Della Valle, il
Genoa di Preziosi e (forse) il Napoli di Naldi (se quest'ultimo, come pare,
dovesse avere la gestione dello stadio, allora arriveranno anche al Napoli
dei bei soldini), senza contare la Lazio ed altre squadre... sicuro sempre
che la Roma rientrerà spesso tra le prime 4? Lo dicevamo anche noi
napoletani, durante l'epoca di Maradona, che tra le prime 4 ci saremme
sempre stai, poi sai dove siamo andati a finire...................
Headlong
2004-01-05 21:06:53 UTC
Permalink
"Headlong" <***@NOSPAMtin.it> ha scritto nel messaggio news:qekKb.45165$***@news3.tin.it...
ci saremme
Post by Headlong
sempre stai,
ci saremmo sempre stati ^_^
Pavel In Pera
2004-01-06 09:48:41 UTC
Permalink
Post by Headlong
questa frase la dici adesso, perchè pensi a Juve,Milan,Inter e Roma, ma
pensa tra qualche anno, quando arriveranno la Fiorentina di Della Valle, il
Genoa di Preziosi e (forse) il Napoli di Naldi (se quest'ultimo, come pare,
dovesse avere la gestione dello stadio, allora arriveranno anche al Napoli
dei bei soldini), senza contare la Lazio ed altre squadre... sicuro sempre
che la Roma rientrerà spesso tra le prime 4? Lo dicevamo anche noi
napoletani, durante l'epoca di Maradona, che tra le prime 4 ci saremme
sempre stai, poi sai dove siamo andati a finire...................
guarda, facevo gli album di figurine negli anni 80 e sono un nostalgico
della serie A più equilibrata.
Cioè vinceva comunque la Cupola, ma almeno si partecipava tutti.
premesso questo, auspico un ritorno all'antico, avvisandoti che il Napoli
avrà vita moooolto difficile nelle trasferte romane dopo l'ultima volta da
voi.
concludo, tornando alla tua mail, quando fai i nomi di fiorentina, samp,
genoa, ecc.. ti chiedo: quante volte negli ultimi 20 anni sono state sopra
di noi?

semmai dovremo temere di più qualcun altro, e non penso a Lazio, che tanto
si trasferirà e andrà a giocare nel campionato di San Marino.
ciao
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Chiassano
2004-01-05 13:05:51 UTC
Permalink
Post by Gigio Thaler
Da un lato non mi piacciono questi "magnati" che arrivano pieni di miliardi
(e con strane vicende) nel calcio. Non fanno altro che peggiorare la
situazione
a pensare così erano gli stessi giornali inglesi, quest'estate
Post by Gigio Thaler
Sensi.
Finchè c'è lui Chivu non si muoverà, ma secondo me Abramovich sta mandando
chiari messaggi ai soggetti che acquisiranno il pacchetto di maggioranza
della Roma.
Sensi ha assicurato che sta pensando col senno di poi, dopo la sua
dipartita.
e comunque, *chiari messaggi* spero li manderemo anche noi tifosi a loro.
ai cordatari, per intenderci.
come auspica Totti, la grande squadra che é ora deve restare.
altrimenti non é Roma, é Parma, é Bologna, é Firenze.
se non sono certi, che vadano a San Marino settore immobiliare.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Continua a leggere su narkive:
Loading...